La nostra pdl per prevenire la guida in stato di ebrezza

Last updated:

I recenti, tragici, incidenti mortali provocati a causa di conducenti in stato di ebrezza hanno fatto gridare all’emergenza, come sovente accade in Italia. Si invocano più controlli e sanzioni sempre più drastiche. I primi, per quanto capillari, non potranno mai essere sufficienti. Le seconde già esistono, ma pene severe non significa prevenire.
Noi di CommaUno preferiamo avanzare una proposta concreta, una semplice proposta di legge già completa che prevede l’installazione sui veicoli di nuova costruzione di un dispositivo in grado di misurare il tasso alcolemico e di impedire l’avvio del motore quando il tasso registrato è superiore ai limiti di legge.

Di seguito il testo della proposta di legge:

ARTICOLO 1

(prevenzione della guida in stato di ebrezza)

  1. Al codice della strada, di cui decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, dopo l’articolo 72 è inserito il seguente:

<<72-bis

(installazione del dispositivo per la misurazione del tasso alcolemico)

1 Gli autoveicoli e i motoveicoli di nuova costruzione debbono essere dotati di apposito dispositivo in grado di misurare il tasso alcolemico del conducente e di interdire l’accensione del motore del veicolo nei casi in cui dalla rilevazione risulti un tasso alcolemico pari al valore minimo di quello di cui all’articolo 186 comma 2, lettera a).

2 Gli autoveicoli privi del dispositivo di cui al comma 1 non possono essere immatricolati ai sensi dell’articolo 93, comma 2.>>

  1. Le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali del dispositivo di cui all’articolo 72-bis, comma 1, del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, introdotto dal comma 1 del presente articolo, sono definite con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, da emanare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.
  2. L’obbligo di cui al comma 1 del presente articolo, decorre dal 1 gennaio 2021.

ARTICOLO 2

(Modifiche all’articolo 186 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n.85)

  1. All’articolo 186 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 sono apportate le seguenti modifiche:
  2. a) Dopo il comma 2 è inserito in seguente:

2.1 Se il conducente in stato di ebrezza è alla guida dei veicoli dotati del dispositivo di cui all’articolo 72-bis, comma 1, le sanzioni amministrative, incluse le sanzioni accessorie, e le ammende di cui al comma 2 sono aumentate di un terzo;

  1. b) al comma 2-bis, primo periodo, le parole “ al comma 2” sono sostituite con le seguenti “ai commi 2 e 2.1”;
  2. c) Al comma 2-quater dopo le parole “commi 2” sono inserite le seguenti “, 2.1”
  3. d) al comma 2-sexies le parole “dal comma 2” sono sostituite dalle seguenti “dai commi 2 e 2.1”;
  4. e) al comma 6 sono aggiunte infine le seguenti parole “ovvero di cui al comma 2.1”
  5. f) Al comma 8 dopo le parole “commi 2” sono inserite le seguenti “, 2.1”
    1. g) al comma 9 dopo le parole “commi 2” sono inserite le seguenti “, 2.1”